Plan Revel 2020 a Bardonecchia

 

Status: in corso
Tipologia: edifici residenziali
Data:
Cliente:

 

Il progetto di Plan Revel 2020 nasce dal desiderio di costruire un luogo che rappresenti una nuova identità alpina con un modo di vivere più attento alle risorse ed alle necessità dell’ambiente. Con  la progettazione d’insieme, pertanto, ci siamo posti l’obiettivo di evidenziare un’omogeneità di impianto insediativo, di rispetto del contesto e di un’architettura contemporanea.

L’area di progetto si trova in una posizione unica sul confine tra l’abitato di Bardonecchia e le pendici della montagna, su un pendio naturale dal quale si può ammirare l’intero paesaggio.

Lo chalet contemporaneo, un nuovo modo di abitare la montagna

Nella nostra idea progettuale di trasformazione di questo luogo cercheremo di non stravolgerne il delicatissimo equilibrio tra il nuovo edificato e la natura circostante. Per tale motivo alla base di tutte le valutazioni progettuali è stata posta la sostenibilità che sarà progettata e realizzata sotto specifico protocollo di Ente Terzo.

Il contesto urbano di Bardonecchia ruota intorno all’asse di Via Medail, che collega il borgo nuovo e la stazione ferroviaria con il borgo vecchio. L’area di progetto si colloca in un’area limitrofa all’edificato urbano esistente, su un pendio facilmente accessibile e con una vista spettacolare su tutto l’arco alpino.

Abbiamo realizzato una gerarchia dell’intervento rispettando le caratteristiche morfologiche dell’area. Una serie di sentieri pedonali portano alle case raggruppate intorno ad una piazza verde centrale concepita come luogo naturale di riposo e di incontro; in prossimità della piazza sono anche posizionati locali polifunzionali ipogei a servizio di tutta l’area.

Le planimetrie degli edifici hanno orientamenti differenti che garantiscono scorci e viste suggestive attraverso le grandi superfici vetrate, inoltre l’articolata sequenza di edifici e di percorsi ne caratterizza il disegno aggregativo. La nostra strategia di progettazione garantisce all’utente finale una dinamicità prospettica, oltre ad una varietà di planimetrie e dimensioni differenti degli appartamenti, offrendo un target abitativo che soddisfa ogni necessità.

Paesaggio e sostenibilità

Il legame tra il paesaggio e la sostenibilità è un tema fondamentale nello sviluppo del progetto. Un paesaggio sostenibile è progettato per essere attraente ed in equilibrio con il clima e l’ambiente locale. Inoltre dovrebbe richiedere imput di risorse minimi. Come parte del concetto chiamato sviluppo sostenibile, abbiamo prestato molta attenzione alla conservazione di risorse limitate e costose, riducendo gli sprechi e preservando l’aria e l’acqua e limitando al minimo il consumo di fonti fossili.

Protocolli di sostenibilità

Nell’ambito della scelta del protocollo di sostenibiltà, abbiamo deciso di avvalerci di uno il più locale possibile. Quindi non abbiamo scelto protocolli internazionali, anche molto famosi ma poco adatti alla realtà alpina. Si è quindi optato per il protocollo sviluppato dall’Unione delle Regioni Italiane, denominato ITACA della Regione Piemonte. Un protocollo che ha infatti una base internazionale (iiSBe Italia), ma anche una forte contestualizzazione locale ed istituzionale.

Alcune valutazioni sono anche state fatte con il protocollo di sostenibilità Habitat dell’agenzia CASACLIMA della Provincia Autonoma di Bolzano. In questo modo il protocollo diventa strumento di supporto alla progettazione, in quanto aiuta a definire gli obiettivi di qualità ambientale, a scegliere le alternative ed a controllare il raggiungimento degli obiettivi.

Plan Revel 2020 – Lo chalet contemporaneo – sul sito www.planrevel2020.it gli approfondimenti del nuovo intervento di edilizia residenziale.

 

Progettazione e direzione lavoriAlessandro Baccon – Elena Rava – Alvaro Baccon

 


Di seguito il pieghevole che, in modo schematico, specifica alcuni dettagli di progetto.